PASSIONE PER L'ARTE DELLA SCHIETTEZZA   Sadivino
 
 
Le radici segrete della pittura
 
 
Le radici segrete della pittura

È una strada artistica e culturale in continua evoluzione quella di Grota, al secolo Franco Gianelli. Un percorso che si fa sempre più autorevole, dimostrando con il passare del tempo capacità di aggiungere qualcosa in più all’analisi dei temi affrontati e al bagaglio tecnico maturato in quasi 40 anni di attività. Il suo cammino artistico comincia nel 1973, con una semplice tempera su cartone che ritrae uno scorcio della sua Predappio Alta. Da allora il suo linguaggio si è evoluto in chiave fantastica, senza smettere mai di raccontare ciò che lo circonda. 


Le figure paradossali e grottesche, i profili inquieti e inquietanti appaiono come metafore del quotidiano, affacciate dalle quelle sue cornici indispensabili a chiudere un punto di vista, il suo, su una realtà che sfugge all’occhio rigido e organizzato della ragione adulta per riempirsi dello stupore e della magia propria dei bambini.

Una pittura volutamente semplice, apparentemente ingenua, sempre pronta ad osservare il suo paese raccontando allo stesso tempo qualcosa di più generale sulla vita. In modo non banale né pedante, senza avere in tasca insegnamenti da imporre o messaggi mediatici da comunicare a tutti i costi. Non è certo un’artista-vate lui, ma un eterno giullare che con occhi trasparenti guarda il mondo, illustrandocelo a modo suo.

Le radici segrete della pittura
 
 
ItalianoEnglishGerman
 
 
Visitatori n. 81357

www.massimolenzi.com